Schiscetta chic

Contenitore e contenuto per dare forma ad una piccola rivoluzione culturale

Ad un mese dell’apertura dell’Expo non faccio altro che sentire pareri discordanti su quella che sarà l’esposizione universale milanese, che per noi “meneghini puaret” non sarà altro che una baraonda annunciata. Traffico, turisti, pullman, cibo, eventi, bustarelle, tangenti e ancora traffico, cibo, rifiuti e tanto tanto spreco. Milano è pronta a tutto, ma noi siamo pronti?

Dato l’argomento dell’EXPO|nutrire il pianeta energia per la vita si moltiplicano le iniziative per combattere gli sprechi alimentari e in un centinaio di ristoranti lombardi saranno distribuite delle doggy bag scicchissime, che hanno preso forma grazie al lavoro di importanti designer. Non potevo mancare alla presentazione del progetto “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi” ideato da #Comieco in collaborazione con #SlowFood.

Nel contesto dell’EXPO quello degli sprechi alimentari è uno dei temi centrali e il packaging sembra avere  un ruolo strategico in tema di sostenibilità e riduzione degli sprechi.
Al ristorante raramente lascio piatto e bicchiere pieno, e il cane non ce l’ho, vuol dire che per essere alla moda mi farò regalare la schiscetta chic.