Confettura di carote

Chi ha rubato la marmellata? chi sarà?

La scorsa estate mi sono dedicata ad una produzione industriale di salsa di pomodoro lasciando un po’ indietro la realizzazione delle confetture. Così già a Natale, mi sono ritrovata sprovvista di confettura per la prima colazione. Cosa inventarmi? Mi sono chiesta quali fossero i prodotti di stagione, per rispettare la stagionalità della materia prima e le mie tasche.
Così è nata la mia confettura di carote. Confettura di un arancione intenso che all’apertura del coperchio dei vasetti Weck sprigiona vitalità ed energia per partire di primo mattino con un’ondata di ottimismo.

Cosa mi serve?

Ingredienti per 4 barattoli #Weck da 290 ml Ø 80

1 kg carote mondate (meglio quelle fresche con ancora il ciuffo verde)
1 busta di #Fruttapec 3:1
350 g zucchero
1 limone non trattato
1 stecca di vaniglia

Come procedo?

Ho mondato le carote eliminando la parte esterna e togliendo il ciuffo verde. Le ho tritate con il disco per affettare finemente del food processor del mio Cooking Chef della Kenwood.
Alle carote a crudo ho aggiunto lo zucchero, il Fruttapec 3:1, il limone, buccia grattuggiata e succo, e la stecca di vaniglia divisa a metà.
Ho messo tutto sul fuoco ed ho lasciato sobbollire. Ho portato a cottura le carote in modo che rimanessero leggermente croccanti. Con il frullatore ad immersione ho frullato parzialmente la confettura in modo che alla fine avesse una certa consistenza.
Quando la confettura ha superato la prova piattino, l’ho invasata nei vasetti Weck.

Quando produco delle conserve in casa pongo molta attenzione alla sterilizzazione dei vasetti. Mi trovo molto bene ad utilizzare il microonde per la sterilizzazione. Lavo i vasetti accuratamente con acqua calda, se utilizzo detersivi mi assicuro di sciacquarli molto bene, quindi inserisco i vasetti leggermente umidi nel microonde ed imposto la massima potenza per 5 minuti. Il risultato è vasetti asciutti e sterilizzati. Non soddisfatta di questo procedimento, prima di invasare la confettura calda passo sui vasetti, sui coperchi e sulle guarnizioni un panno pulito imbevuto di alcool alimentare a 95°.

Dal mio primo acquisto di vasetti Weck, fatto online su MCM Emballages, non mi riesco più a separarmi da questi capolavori: sono belli, sicuri e di facile utilizzo. Il coperchio in vetro è una sicurezza: lo lavo, lo sterilizzo e lo riuso. E’ un gioco da ragazzi!