Strucolo de zariese

Domenica piovosa, domenica golosa.

Mai come quest’anno ho comprato tante ciliegie a buon mercato. Così mi sono ritrovata ad avere tre cestini pieni di ciliegie grandi, grosse e succose in una piovosa e umida domenica di giugno.
Non ho avuto dubbi su come impiegare la frutta! Ho spulciato tra le vecchie ricette della tradizione triestina tramandatemi in famiglia e detto fatto ho sfornato il mio “strucolo de ciliege”. Dico “mio” perché ho diminuito drasticamente grassi e zuccheri e quindi vi presento la rivisitazione light dello strudel della tradizione.
La pasta dello strudel triestino non ha nulla a che vedere con quella dello strudel di origine altotesina, trattandosi di un impasto neutro adatto alle preparazioni dolci e salate. Caratteristica dell’impasto è la leggerezza, ma anche la grande “forza” della pasta adatta ad essere farcita con ripieni umidi.

Cosa mi serve?

Ingredienti

250 g farina debole
2 cucchiai di olio evo
2 tuorli
1 albume
1 pizzico di sale
acqua tiepida qb

1000 g ciliegie pulite
100 g zucchero
50 g pane grattugiato
1 limone (succo e buccia)

Come procedo

Ho impastato la farina con l’olio, il tuorlo e il sale aggiungendo man mano l’acqua necessaria per ottenere un impasto morbido ed elastico. La tradizione vuole che la pasta venga lavorata a mano anche per mezzora battendo l’impasto energeticamente sul piano di lavoro, ovviamente si può procedere con l’impiastratrice.
Io ho fatto l’impasto a mano e l’ho lasciato riposare per tutta la notte nel frigorifero avvolto nella pellicola alimentare. Prima di stendere la pasta, ho tolto l’impasto fuori dal frigo e ho atteso che raggiungesse la temperatura dell’ambiente.
Nel frattempo ho denocciolato le ciliegie e quindi in una terrina le ho mescolate con lo zucchero, il pane grattugiato, lo zest di limone e il suo succo.

fasi-preparazione-strudl-ciliegie-1 fasi-preparazione-strudl-ciliegie-2 fasi-preparazione-strudl-ciliegie-3 fasi-preparazione-strudl-ciliegie-4 fasi-preparazione-strudl-ciliegie-5 fasi-preparazione-strudl-ciliegie-6

Ho steso la pasta su un telo, ho adagiato delicatamente la farcia di ciliegie ed ho arrotolato. Ho chiuso i lembi strucolo-strudel-ciliege-triestinadello strudel spennellandoli leggermente con l’albume d’uovo ed ho spennellato la superficie esterna con un tuorlo leggermente sbattuto per ottenere un effetto lucido a cottura ultimata.
Ho cotto lo strudel per 40/45 minuti in forno statico a 180° (gli ultimi dieci minuti di cottura ho abbassato la temperatura a 170°).