Crostata di Cioccolato con le “C” maiuscole: come Ernst Knam comanda

Lunedì. La quiete dopo la tempesta o meglio dopo il week end.

Solo madri e padri possono capire la condizione in cui io e mio marito ci ritroviamo alla domenica sera, quando oramai devastati dal fine settimana trascorso con i figli non abbiamo altro desiderio che rientrare al lavoro il lunedì mattina.
crostata-cioccolato-knam-02E’ una situazione assurda! Tutta la settimana non facciamo altro che pianificare cosa fare nel week end, per riuscire a destreggiarci tra una festa di compleanno, un allenamento di pallavolo, il catechismo, l’allenamento di calcio, la cena con gli amici, i compiti, la poesia, l’amichetta della grande che viene a dormire e i capricci del piccolo che l’amico che viene a dormire ancora non ha… e poi non vediamo l’ora che sia lunedì.
E’ vita. Amiamo la vita e il casino totale che la contraddistingue o forse che ci contraddistingue.
Il tempo per cucinare qualcosa però non manca mai, il forno aspetta solo di essere scaldato e così un altro week end è passato lasciando in bocca il sapore caldo avvolgente e lussurioso di una crostata cioccolatosa, come Ernst Knam comanda, dove ogni fettina è sempre l’ultima fintanto che non l’hai terminata. Buon inizio settimana.

Cosa mi serve?

Ingredienti per tortiera da 20 cm

Per la pasta frolla al cacao:
280 gr di farina 00
150 gr di burro morbido
150 gr di zucchero semolato
25 gr di cacao in polvere
6 gr di lievito per dolci
1 uovo intero
1⁄2 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

Per la crema pasticciera:
250 gr di latte intero
40 gr di zucchero semolato
15 gr di farina 00
5 gr di fecola di patate 2 tuorli
1⁄2 bacca di vaniglia

Per la ganache al cioccolato fondente:
190 gr di cioccolato fondente tritato (nel mio caso al 70% di cacao)
125 gr di panna fresca

Come procedo?

Per la frolla
Ho lavorato il burro morbido con lo zucchero e il sale nella ciotola del mio mio Cooking Chef Kenwood dove ho montato la frusta K, quindi ho unito l’uovo, la farina, il lievito e il cacao. Ho impastato tutto con l’impastatrice quindi sulla spianatoia di legno ho lavorato velocemente a mano l’impasto dando una forma piatta e regolare alla pasta frolla quindi l’ho chiusa nella pellicola e l’ho fatta riposare in frigorifero per circa mezz’ora. Ho foderato uno stampo da crostata da 20 cm con la frolla stesa alta circa mezzo centimetro, ho buccherellato il fondo e l’ho messa in forno a raffreddare.

Per la crema pasticcera
Ho scaldato il latte con la polpa della vaniglia e con la stecca. A parte, ho mescolato a freddo i tuorli con lo zucchero, senza renderli spumosi, quindi ho unito le farine e stemperato il tutto con un po’ di latte caldo. Quando il latte rimanente ha toccato il bollore, ho eliminare la stecca di vaniglia e aggiunto il composto di uova e farina. Ho fatto addensare la crema sul fuoco continuando a mescolare bene con la frusta per evitare che si formassero grumi. Ho messo a raffreddare la crema con pellicola a contatto in modo che non si formi la crosticina in superficie.

Per la ganache
Ho fatto toccare appena il bollore alla panna, unire ho unito il cioccolato tagliato a piccole scaglie ed ho mescolato tutto fuori dal fuoco.crostata-cioccolato-knam-01 (2)
Ho atteso che anche la ganache si raffreddasse quindi l’ho unita alla crema pasticcere. Ho versato la crema nel guscio di frolla ed ho completato la crostata decorando con le strisce di pasta.
Ho cotto la crostata in forno preriscaldato a 175° per 35 minuti.
La crostata va fatta raffreddare e poi messa in frigorifero a compattarsi.
Mangiata il giorno dopo è ancora più buona.