Mc Moggio’s – L’hamburger perfetto

Quando mangiare l’hamburger a casa è tutta un’altra storia.
Real American recipe, real Italian taste.

hamburger-mc-moggioAmo il cibo italiano e per chi mi conosce oltra a mangiarlo amo cucinarlo. Allo stesso modo, però, amo sperimentare, cucinare e mangiare anche piatti che appartengono ad altre culture.
L’hamburger è un agglomerato di grassi, carboidrati, proteine che mi provoca l’acquolina in bocca al solo pensiero. E’ il junk food per eccellenza, ma che vita sarebbe senza?
Non nascondo di averlo mangiato in diverse catene americane, ormai molto diffuse in Italia, ripromettendomi che quella sarebbe stata l’ultima volta.
Da quando, non so chi, ha cercato di far desistere mio figlio dal mangiare i mitici panini imbottiti americani di queste catene, che probabilmente mettono di tutto dentro la “polpetta” tranne la carne, raccontandogli che gli hamburger sono fatti con la carne dei pulcini, la nostra famiglia non è più riuscita ad addentare un panino american style di queste catene.
Problema risolto il panino perfetto con hamburger, pane, pomodoro, bacon croccante e salse noi lo facciamo in casa!

Cosa mi serve?

Ingredienti per 8 panini da 110 gr

500 g di farina
260 gr di latte
40 gr di burro
20 gr di zucchero
10 gr di strutto
10 gr di sale
8 gr di lievito di birra fresco
2 cucchiaini malto o miele

1 tuorlo
latte q.b
semi di sesamo q.b.

Come procedo?

Ho intiepidito il latte e vi ho sciolto il lievito con il malto. Ho lascito riposare il tutto per circa dieci minuti.
Ho setacciato la farina all’interno della ciotola del Coocking Chef Kenwood dove ho montato il gancio a spirale e vi ho aggiunto il latte poco per volta ed ho lasciato assorbire mescolando velocità minima. Ho aggiunto lo strutto ed il burro a temperatura ambiente quindi il sale e lo zucchero. Ho alzato la velocità a 4 ed ho lasciato che l’impastatrice lavorasse fino ad ottenere un composto liscio ed omogeno.
Ho coperto con della pellicola e un panno ed ho lasciato lievitare fino al raddoppio (1-2 ore).
Trascorso il tempo ho preso l’impasto, l’ho sgonfiato leggermente cercando di formare un rettangolo che poi ho piegato in tre. Ho fatto questa operazione due volte, la seconda l’impasta l’ho ruotato di 90°.
Così piegato ho fatto riposare l’impasto coperto da un panno per una mezz’oretta. Ho formato i panini, i cosiddetti i buns e li ho poggiati su una teglia coperta da carta da forno e con il palmo della mano li ho schiacciati leggermente. Ho fatto riposare i buns coperti da pellicola per una mezz’oretta li ho, quindi, spennellati con il tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di latte e vi ho sparso sopra i semi di sesamo.
Ho cotto i panini fino a doratura nel forno a 180° per circa 20 minuti.
Li ho sfornati e coperti con un canovaccio pulito. Questo è il segreto che mi ha passato un’amica americana: i panini durante il raffreddamento trattengono l’umidità e rimangono morbidissimi.
Una volta raffreddati li messi nei sacchetti per surgelati e li ho congelati in modo di averli pronti per ogni evenienza.

buns-hamburger-impasto buns-hamburger-impasto-pieghe buns-hamburger-real-american-taste buns-hamburger-real-american-taste-cotti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa mi serve?

Ingredienti per 8 hamburger di circa 120/130 gr

1 kg spalla di manzo
senape in polvere q.b.
cipolla bianca q.b.
salsa Worcester q.b.

Come procedo?

Normalmente la carne la macino personalmente a  casa con il meraviglioso regalo che mio marito mi ha fatto per il mio compleanno l’accessorio tritacarne per il mio magico Cooking Chef Kenwood. C’è chi vuole un gioiello e chi non vede l’ora di avere un nuovo accessorio per la cucina… Questa volta però sono andata dal macellaio ho acquistato la spalla di manzo e me la sono fatta macinare due volte. La spalla è un taglio di carne eccezionale per ottenere degli hamburger gustosi, morbidi e succosi perché contiene una giusta quantità di grasso in rapporto alla carne.
Ho confezionato degli hamburger di circa 120-130 gr cadauno utilizzando la pressa per hamburger.
Ho fatto due tipi di hamburger: per i bambini non ho aggiunto alcuna spezia e nemmeno il sale (fantastici già così), mentre per me e mio marito (uno dei prossimi post lo dedicherò a lui) ho insaporito la carne con un cucchiaino di senape in polvere, qualche goccia di salsa Worcester e un po’ di cipolla tagliata finemente.
Ho cotto gli hamburger su piastra rovente senza l’aggiunta di grassi 6-7 minuti per lato. Risultato hamburger rosati con tutti i succhi ancora imprigionati nella carne, pronti per impregnare il pane che li accoglieranno in un abbraccio travolgente tra il pomodoro, la maionese e il formaggio ceddar.

A questo punto non resta che assemblare il super hamburger aggiungendo a piacere salse, pomodoro, cetriolo, formaggio, cipolle e tante buone patatine fritte.