Confettura di uva fragola e lime

La dolcezza della fragola in un grappolo.

Appartengo alla bora, alle foglie autunnali che con veemenza vengono strappate dai rami oramai sonnacchiosi,  al tramonto infuocato che si spegne all’orizzonte, al mare increspato dal vento che si infrange sul molo Audace, ai profumi delle erbe del mio Carso, al profumo inteso dell’uva fragola che ben resiste ai climi più rigidi.
Il profumo dell’uva fragola mi riporta ad un mondo di dolcezza e spensieratezza legato alla mia gioventù, quando il fragolino dal profumo penetrate e inebriante accompagnava le mie serate spensierate.
Un profumo, un momento, la giovinezza che fugge, la consapevolezza di essere qui, oggi, a pensare al futuro, a costruire il presente.

Cosa mi serve?

Ingredienti

1 kg di polpa di uva fragola
350 gr zucchero
2 lime (succo e buccia)
1 busta di Fruttapec 3:1

Come procedo?

Ho lavato i grappoli d’uva e li ho centrifugati con tutto il graspo. La comodità della mia centrifuga, la mia è la Magimix duo plus XL, è quella di poter inserire la frutta con tutte le sue parti, anche quelle di scarto, ed ottenere un passato di frutta setoso.
Il chilo di passato di uva fragola l’ho mescolato a freddo con lo zucchero e la busta di fruttapec e l’ho messo sul fuoco fintanto che non ha toccato il bollore. Allora ho aggiunto il succo dei lime e la loro buccia grattugiata finemente. Ho cotto la confettura finchè non ho ottenuto la consistenza desiderata (la prova piattino non si smentisce mai), non mi piace quando la confettura è troppo liquida.
Ho invasato la confettura di uva fragola nei barattoli della Weck sterilizzati e l’ho lasciata raffreddare. Fantastica dolcezza da spalmare sul pane.confettura-uva-fragola-lime-pane
Consiglio: da quando utilizzo i vasetti della Weck per le mie conserve, sterilizzo vasetti e tappi in microonde. Lavo i vasetti con acqua calda in modo da eliminare eventuali residui di polvere o cibo e poi, tappi e vasetti ancora umidi, li infilo nel microonde alla massima potenza per circa 6/7 min in modo che ne escano asciutti. I vasetti sono pronti per svolgere al meglio il proprio compito!