Zuppa di legumi primaverile

Chi ben comincia è a metà dell’opera.

Quante volte ho sentito dire questa frase. E’ semplice ed intuitiva.
Se inizi con il piede giusto, in modo propositivo, con serietà e attenzione un qualsiasi tipo di impegno (lavoro, sport, hobby, dieta ecc…) hai maggiori probabilità di riuscita.
Perché la realtà non rispecchia la saggezza di un proverbio popolare? (anche se più che popolare il detto sembra avere origini latine risalenti ad Orazio “Dimidium facti, qui coepit, habet”).
Perché ogni maledetta volta che vedo una barretta di cioccolato, mi dico “questa sarà l’ultima!” sapendo che sto mentendo a me stessa?
Da oggi voglio essere a metà dell’opera, lo voglio fermamente, si lo voglio.
Voglio innalzare la probabilità di riuscita dei miei progetti, qualsiasi essi siano.
A tal proposito gli obiettivi devono essere raggiungibili altrimenti la frustrazione sale alle stelle ed io avendo una certa inclinazione a stare in cucina non inizierò a privarmi del cibo ma mi dimostrerò come è possibile, cucinare, mangiare, stare allegramente insieme agli amici seduti attorno ad una tavola senza privarsi di nulla.

Lets’ go…tutti ai fornelli!

Cosa mi serve?

Ingredienti (1 persona)

60 g legumi misti secchi (fagioli cannellini, lenticchie rosse,
60 g pasta integrale
5 pomodorini pachino
2 cc di brodo vegetale biologico in polvere
1 carota
1 scalogno
1 cc olio evo
1 foglia di alga Kombu
1 foglia di alloro
1/2 gambo di sedano
abbondante origano fresco
sale q.b.

Come procedo?

zuppa-legumi-misti-origano-pomodoro-cottura-in-barattoloHo messo lo scalogno ed i legumi secchi nella mia pentola a pressione e li ho fatti tostare leggermente quindi ho unito 2 bicchieri d’acqua, ho aggiunto il bordo vegetale, l’alga e una foglia di alloro. Ho fatto andare in pressione la pentola per 30 minuti.
Dopo trenta minuti di cottura ho sfiatato la pentola, ho aggiustato di sale ed ho aggiunto le carote, la pasta i pomodori, il sedano e l’origano tritato.
Ho fatto riprendere il bollore alla pentola dopo aver verificato che ci fossero liquidi sufficiente per la zuppa.
Una volta che la zuppa ha raggiunto nuovamente il bollore ho travasato tutto in un barattolo Weck e l’ho chiuso con la guarnizione ed i suoi gancetti. In questo modo la cottura degli ultimi ingredienti è avvenuta dolcemente direttamene nel barattolo.
Prima di mangiarla a pranzo ho aggiunto un cucchiaino di olio.

Porzioni Welcome Weight: 1 CaS, 2 Pt, 1 Gr, 1 Ve

Ottima soluzione per riscaldarci in queste giornate di fine novem… ops! aprile.