Tartare di Irish Beef

Essere o non essere.

Essere attiva fin dal primo mattino, quando ancora non riesco a tenere aperti gli occhi.
Essere allegra e sorridente, quando metto la colazione a tavola, nonostante la nottata trascorsa con gli occhi chiusi, ma le orecchie all’erta per capire se il piccolo di casa riesce a respirare o se è il caso di portarlo al pronto soccorso.
Essere presentabile per recarsi in ufficio, nonostante i 5 km percorsi in bicicletta per saltare il traffico.
Essere dinamica, essere elegante, essere divertente, essere disponibile… ma in realtà quello che chiedono i miei figli è che io sia presente.
A loro non interessa se quello che mangeranno la sera l’ho acquistato al banco surgelati o se l’ho cucinato con tutto il mio amore.

A loro non importa essere ma avere.

Avere la mamma presente mentre fanno la cacca, avere la mamma tutta per loro mentre raccontano le avventure della loro giornata, avere la mamma seduta negli spalti mentre giocano la loro partita di pallavolo o di calcio.
Il dilemma esiste! Essere o avere?
Alle volte devo farmi forza e superare la voglia di “perfezione” e dedicarmi a loro più che a quello che preparo per loro, perché per loro conta di più avere la mamma seduta a tavola piuttosto che la mamma ai fornelli.

Nasce così il mio desiderio di sperimentare in cucina ricette #quick&easy che mi facciano sentire bene come mamma e come donna, scegliendo alimenti sani e saporiti.
Siamo quello che mangiamo. Ciò che portiamo ogni giorno nelle nostre tavole decide chi siamo, chi vogliamo essere. Genuinità, equilibrio, salute: infinito amore.

Cosa mi serve?

Ingredienti (2 persone)

250 g magatello (girello) di carne irlandese
1/2 mango
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
alcuni rametti di santoreggia
zeste di limone biologico
1 cucchiaio di caviale di lambrusco
2 cucchiai di acqua gassata
olio evo qb
sale qb

per il caviale di lambrusco:
500 ml di olio di semi
125 ml di lambrusco
7 gr di agar agar

Come procedo?

tartare-MpC-02-HR Ho tagliato il mango in cubetti e l’ho messo da parte quindi ho cubettato il magatello al cortello in modo da ottenere una tartare. Ho messo la carne in una ciotola con lo zenzero, lo zeste di limone, il trito di foglie di santoreggia e 2 cucchiai di acqua gassata (serve per far rallentare il processo di ossidazione della carne) ed ho fatto così marinare la carne per 30 minuti in frigorifero.
Nel frattempo ho preparato il caviale di lambrusco. Ho mescolato il lambrusco con l’agar agar e ho portato il tutto ad ebollizione per 3 minuti. Ho prelevato il liquido con una siringa (senza ago) e l’ho fatto sgocciolare in un contenitore profondo pieno d’olio di semi freddo (l’ho messo per 10 minuti nel congelatore).
Il caviale sarà perfettamente rotondo e gelatinoso quando raggiungerà il fondo del contenitore. Il caviale l’ho prelevato con un colino e l’ho sciacquato sotto l’acqua corrente fredda.
Ho assemblato il tutto mescolando delicatamente la carne con il mango e il caviale di lambrusco e decorando con alcune foglioline di santoreggia e completando con un po’ d’olio e di sale.