Tarte tatin pomodorini e aceto balsamico

Ricetta per Alice.

Ricetta dedicata a te, che per prima l’hai apprezzata.
Perché è un po’ pizza e un può torta, perché è salata e un po’ dolce.
Perché tu sei tu.
Perché io vorrei poterti insegnare di più.
Perché vorrei essere migliore.

Insegnerò a mia figlia ad essere se stessa.
A ricordarle di sorridere anche quando non è facile.
Le insegnerò che l’amore non è come lo raccontano le favole, ma la spronerò a conoscerlo. A viverlo.
Le dirò che il tempo non cancella niente, ma che aiuta a stare meglio. A ritrovarsi.
Le insegnerò ad amare se stessa e poi gli altri.
A non accontentarsi di chiunque.
Le insegnerò ad asciugarsi le lacrime dopo ogni pianto.
Le insegnerò che non sono sempre gli altri a deludere, a volte sarà anche lei a farlo.
Le insegnerò a vivere di pancia e secondo le sue emozioni.
Le starò accanto senza interferire mai.
Le insegnerò che spesso, il bene non riceve altrettanto bene. Ma non le dirò di smettere di donarlo.
Le insegnerò a pettinarsi e a truccarsi.
Le insegnerò ad andare ad agio sui tacchi e a correre spedita con le sneakers.
Le insegnerò a camminare a piedi nudi sull’erba bagnata, a sentirsi libera ma padrona del suo cammino.
Le insegnerò ad entrare in punta di piedi nelle vite altrui.
Le insegnerò ad andare avanti anche con il mondo contro.
Le insegnerò che non sempre è tutto come sembra, ma che ogni cosa va vissuta prima di giudicarla, affinché possa riconoscere il bene ed il male.
Ci sono cose che mi auguro viva, ed altre che si limiti a conoscerle.
Le insegnerò a credere che, se qualcosa la vuole davvero, questa è facile che si avveri.
Le insegnerò ad abbandonarsi e non solo a difendersi.
Le insegnerò a non arrendersi, a prendersi in braccio e portarsi in salvo – perché, ahimè, spesso sarà da sola a doverlo fare.
Le insegnerò in fine, che le cicatrici hanno una storia e che ad ogni modo saranno una vittoria.
(tratto dal web – Mariarca Cacace)

Cosa mi serve?

Ingredienti

1 confezione di pomodorini
1 rotolo di pasta sfoglia pronta
1 bicchiere di aceto balsamico
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 tuorlo
1 rametto di timo
1 pizzico di sale

Come procedo?

Ho lavato ed asciugato i pomodorini e li ho messi da parte. Ho messo l’aceto balsamico con lo zucchero in una padella antiaderente e l’ho fatto ridurre e leggermente caramellare fintantoché il tutto ha assunto un aspetto “appiccicaticcio” solo allora ho aggiunto i pomodorini e li ho fatti saltare per 5 minuti con qualche fogliolina di timo.
istruzioni-tarta-tatinHo prelevato i pomodorini senza l’aceto balsamico e li ho messi in una teglia oleata aggiungendo quindi un cucchiaio di aceto balsamico e un po’ di sale. Ho chiuso tutto con la pasta sfoglia, che ho bucherellato e ripassato con l’uovo. La pasta sfoglia devo chiudere richiudere i pomodori come dentro ad uno scrigno.
Ho infornato a 200° per 25-30.
Terminata la cottura ho lasciato che la tarte tatin si raffreddasse leggermente e l’ho capovolta aiutandomi con il piatto da portata, quindi ho sparso la mozzarella, precedentemente asciugata con della carta da cucina dal latticello in eccesso.