Come ti riciclo le uova (al latte) pasquali

Il mistero del silenzio è che non fa mai lo stesso rumore!

Ragazzi, tutti pronti! Per cosa? Per il risveglio dal letargo! Eh sì, siamo a metà aprile ed è arrivato il momento di aprire gli occhi e tornare alla vita di tutti i giorni. Credo proprio di essere un orso, per l’esattezza un orso bianco.
Ho trascorso 6 mesi di letargo digitale: niente foto, niente post, niente cucina (quella documentata ovviamente).
Perché? troppo lavoro “quello ufficiale”, troppe partite di pallavolo e di calcio, troppi pensieri, troppo di tutto.
Così sono cadute le foglie ed è passato l’autunno; è scesa la prima neve insieme a Babbo Natale che scendeva dal camino ed è passato l’inverno; è sceso lo zucchero a velo sulle fritole e così è passato anche il Carnevale.
In un batter d’occhio mi sono ritrovata a Pasqua, è arrivata una primavera immatura che mi ha colta impreparata, che mi ha  fatto scoprire prematuramente piedi e spalle, ma che mi ha risvegliata dal mio silenzio.
Così si sono allungate le giornate, c’è nuova luce naturale da immortalare, nuova energia di nascita e creazione – ed è bene non farsela sfuggire, che ci metterà un anno a tornare.

Questa è la mia personale rivisitazione della ben più nota tenerina, torta super cioccolatosa.

Cosa mi serve?

Ingredienti

400 g cioccolato al latte (quello delle uova pasquali)
90 g zucchero
80 g burro
30 g cacao amaro
20 g amido di mais
3 uova
1 pizzico di sale

Come procedo?

Ho sciolto il cioccolato delle uova con il burro (in microonde o a bagnomaria) e nel frattempo ho montato in due ciotole separate i tuorli con lo zucchero e gli albumi con un pizzico di sale (gli albumi non devono essere montati a neve ferma).
Quando i tuorli hanno incominciato ad essere schiumosi ho aggiunto il cacao e l’amido di mais e quando il cioccolato fuso si è leggermente intiepidito l’ho unito al composto.
In ultimo utilizzando sempre le fruste elettriche ho unito gli albumi montati. Finito!
Ho foderato una tortiera a cerniera con carta da forno ed ho informato a 180° per 30/35 minuti a forno statico.